Successo per la presentazione fotografica della Castellina

Sabato scorso, in una sala gremita oltre ogni aspettativa, Mauro Tisselli, presidente dell’associazione escursionistica di Civitavecchia la Castellina, ha preso per mano l’uditorio e l’ha condotto nella valle del Marangone, dalla sorgente alla foce. Aiutato dalla proiezione di splendide foto, ha raccontato di Coda delle Macine, della strada del trocchetto, del defizio del piombo, della miniera di marcassite, di Poggio Ombricolo e di altre decine di luoghi e toponimi. Il pubblico ha appreso particolari della storia di Civitavecchia persi nella memoria, come il cambio di tracciato dell’Aurelia all’altezza del bivio di San Gordiano, per citarne uno.

Terminata con successo la presentazione, alla quale ha partecipato anche Anita Cecchi, delegata alla Cultura del comune di Civitavecchia, gran parte dei presenti si è trasferita nella sala attigua del DLF per la cena sociale, a base di pizza e fantasia di dolci castellini.

Il poeta a braccio del gruppo, Roberto Rossi, ha immortalato l’inizio della cena con gli aulici versi:

Bevo questo vino,
buono e genuino,
come se fosse latte
per un bambino.

A metà serata ha cantato:

Grazie a Mauro e alla Castellina,
noi canteremo fino a domani mattina.
Ma se vogliamo una vita sana,
dobbiamo camminare ben oltre la Farnesiana.

Infine ha profetizzato:

Con questi dolci,
buoni e genuini,
questa notte, farò sogni di-vini.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *