Fumo sull’acqua, un fuoco nel cielo

Ritengo che “Smoke on the water” sia la più bella o quanto meno una delle più belle canzoni mai scritte. Di sicuro è una delle più famose ed è conosciuta da tutti, anche da chi non ama il rock e tantomeno l’hard rock. Il testo narra dell’incendio del Casinò di Montreaux avvenuto il 4 dicembre 1971. Frank Zappa and the Mothers of Invention stavano tenendo un concerto, durante l’assolo di Don Preston nel brano “King Kong” un ignoto spettatore ebbe la bella pensata di sparare un colpo verso il soffitto con una lanciarazzi. Immediatamente il locale prese fuoco e fu distrutto completamente. Per fortuna non ci furono vittime.

I Deep Purple, arrivati il giorno prima, avevano affittato lo studio mobile dei Rolling Stones ed avevano prenotato il Casinò per le registrazioni del nuovo album che avrebbero dovuto iniziare il giorno successivo. Claude Nobs, organizzatore del Montreux Jazz Festival, trovò per loro un teatro, il Pavilion, ubicato in una zona residenziale.

Alla prima registrazione il centralino del commissariato di polizia fu inondato dalle proteste delle persone che non riuscivano a dormire per il chiasso infernale. Sembrò che tutti gli abitanti del quartiere avessero telefonato per protestare come ha scritto Dave Thompson in “Smoke on the water: the Deep Purple Story” del 2004. Gli operai tennero le porte sbarrate per non far entrare i poliziotti durante la registrazione in corso. In quella occasione i Deep Purple registrarono soltanto un riff pensato da Ritchie Blackmore che titolarono “Title n. 1”.

Il gruppo si spostò in periferia al Grand Hotel nel quale adattarono un corridoio a sala di registrazione con un po’ di luci rosse e dei materassi per insonorizzare l’ambiente. In pratica la band si era isolata dal resto dell’hotel, per uscire dovevano passare dalle camere saltando da un balcone all’altro. Naturalmente dovevano uscire per raggiungere lo studio mobile parcheggiato fuori l’hotel dove avveniva il montaggio dei pezzi.

L’ultimo giorno, Martin Birch, il manager del gruppo avvertì che mancavano ancora 7 minuti di materiale e che avevano soltanto 24 ore residue, egli propose di riascoltare quanto registrato al soundcheck il primo giorno al Pavilion. Ritrovarono il “Title n. 1”, Roger Glover, il bassista, propose di raccontare l’esperienza dell’incendio e suggerì il titolo “Smoke on the water”. In 2 settimane avevano completato l’album “Machine Head”.

Il 45 giri di “Smoke on the water” uscì soltanto nel ’73, infatti la band era convinta che il brano di maggior successo sarebbe stato “Never before” e su questo avevano concentrato i maggiori sforzi per un’esecuzione pulita e precisa.

Ad agosto del 1972 i Deep Purple tennero 3 concerti in Giappone, 2 ad Osaka, il 15 ed il 16, ed 1 a Tokyo Budokan il 17. Le registrazioni di questi concerti furono raccolte nell’album “Made in Japan”. La versione live di “Smoke in the water”, più lunga rispetto all’originale, termina con dialogo tra chitarra e tastiere, ed è quella più conosciuta. L’esecuzione presente nell’album è quella del 15 ad Osaka ed è l’unico pezzo di Made in Japan preso dalla prima serata.

Ho trovato un video su Youtube di una esibizione del 1973 a New York, nel video il pezzo non viene eseguito interamente, manca infatti la terza strofa.

[youtube 9jp3de50_d8]

Di seguito riporto una mia traduzione del testo, quelle presenti in rete non mi sono piaciute anche perchè traducono tutte kids con bambini, mi pare assai strano che ci fossero dei bambini ad un concerto di Frank Zappa!

Noi tutti andammo a Montreux, sulla costa del lago di Ginevra,
per fare dischi con uno studio mobile. Non avevamo molto tempo,
Frank Zappa e i Mothers erano nel miglior posto lì intorno
Ma qualche stupido, con una pistola lanciarazzi, incendiò il luogo al suolo.
Fumo sull’acqua, un fuoco nel cielo
Fumo sull’acqua.

Incenerirono la casa da gioco, essa perì con un suono orribile
Uno spaventato Claude correva dentro e fuori tirando fuori ragazzi da terra
Quando fu tutto finito dovemmo trovarci un altro posto
Il tempo svizzero si stava esaurendo, sembrò che avremmo perso la gara
Fumo sull’acqua, un fuoco nel cielo
Fumo sull’acqua.

Finimmo al Grand Hotel, era vuoto, freddo e spoglio,
ma con il camion dei Rolling Stones appena fuori a costruire la nostra musica
Con un po’ di luci rosse e un po’ di vecchi letti facemmo un posto per lavorare duro
Non importa cosa tiriamo fuori da questo, Io so, Io so che non dimenticheremo mai
Fumo sull’acqua, un fuoco nel cielo
Fumo sull’acqua.

Ho riascoltato con attenzione il pezzo ed ho trascritto le parole.

We all came out to Montreux, on the Lake Geneva shoreline,
to make records with a mobile. We didn’t have much time
Frank Zappa & the Mothers were at the best place around
But some stupid, with a flare gun, burned the place to the ground
Smoke on the water, a fire in the sky
Smoke on the water

They burned down the gambling house, it died with an awful sound
A funky Claude was running in and out pulling kids out the ground
When it all was over, we had to find another place
Swiss time was running out, it seemed that we would lose the race
Smoke on the water, a fire in the sky
Smoke on the water

We ended up at the Grand Hotel, it was empty cold and bare,
but with the Rolling truck Stones thing just outside making our music there
With a few red lights and a few old beds we made a place to sweat
No matter what we get out of this, I know, I know we’ll never forget
Smoke on the water, a fire in the sky
Smoke on the water

Voglio ricordare la formazione dei Deep Purple ai tempi di Machine Head:
Ian Gillan – voce, armonica
Ritchie Blackmore – chitarra, seconda voce
Jon Lord – piano, organo, tastiere, seconda voce
Roger Glover – basso
Ian Paice – batteria.

Per finire invito a visitare il sito italiano dei fan dei Deep Purple.

Bibliografia:
Intervista di Ian Gillan a Swissinfo nel 2006
Wikipedia alle voci: Deep Purple, Machine Head, Smoke on the water, Made in Japan
Smoke on the Water: The Deep Purple Story di Dave Thompson, ECW Press, 2004, ISBN 1550226185

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *