Le bellezze dell’Acadia National Park

Arriviamo a Mount Desert Island provenienti da Bangor e ci fermiamo al Visitor Center per rifornirci di cartine e depliant, già abbiamo il pass per il parco gentilmente regalatoci dall’albergatore del Super 8 di Freeport, il costo sarebbe stato di 20 $ per una settimana di validità. Iniziamo con la Loop Road e ci fermiamo ad ammirare la fantastica vista sulle Porcupine Islands. C’è la bassa marea, dall’alto vediamo affiorare il camminamento che dalla terraferma porta ad una delle isole. Ai tempi della lotta per il predominio sul Nord America, le navi da guerra francesi si nascondevano tra queste isole per tendere imboscate a quelle inglesi. Al bivio prendiamo a sinistra il tratto a senso unico, la strada è a 2 corsie, quella destra può essere usata per parcheggiare, poco più avanti incontriamo un cervo che bruca tra gli alberi, ci da modo di osservarlo con calma.

A Sandy Beach passeggiamo sulla bella spiaggia, la temperatura è fresca, circa 26°, il posto è molto suggestivo.

Ripresa l’auto sentiamo un rumore sordo e possente percuotere l’aria, siamo a Thunder Hole. L’acqua di incanala in una strettoia tra gli scogli che termina con una cavità, ogni onda provoca un boato dal fragore proporzionale all’intensità della spinta. Il mare è appena increspato e già il rumore sordo si sente a 300 metri di distanza. E’ un fenomeno singolare.

La strada è panoramica, sostiamo varie volte ad ammirare il paesaggio. Superiamo gli Otter Cliffs e risaliamo il fiordo lungo la Sargeant Drive. Ci fermiamo a Nort East Harbor al Red Bird. L’aragosta è buona ma le porzioni sono minuscole ed il conto è salato, circa 210 $ in sei, compresa la gratuity, per ripartire con più fame di prima. Scopriamo che a South West Harbor con la stessa cifra avremmo potuto mangiare in 12 e sempre con l’aragosta. Raggiungiamo il Bass Harbor Light, un cervo ci attraversa la strada per sparire subito nel bosco. Si può entrare fino a sotto al faro, però è molto meglio prendere il sentiero alla sinistra del parcheggio, scendere con la scalinata di legno e camminare circa 300 metri sugli scogli. In questo modo si arriva in prossimità del faro dal mare e si può apprezzare il suo lato più bello. Nell’aria risuona il rumore delle campanelle, ci sono delle boe di segnalazione con delle piccole campane che suonano al passaggio delle onde, è un pigro concerto perché il mare è calmo, altra deve essere la musica con il mare in tempesta. Torniamo verso la Loop Road, questa volta non giriamo sul tratto a senso unico ma proseguiamo dritti per poi svoltare a sinistra qualche chilometro avanti, saliamo sulla Cadillac Mountain. Dalla sommità si domina tutta l’isola e la Schoodic Peninsula. C’è percorso ad anello di circa 500 metri tra le rocce granitiche che permette una vista di circa 300°, favolosa. Il pass occorre solo se si si percorre il tratto di Loop Road a senso unico, cioè il tratto che comprende Sandy Beach, Thunder Hole e Otter Cliffs; per le altre parte del parco non è richiesto il pass.

Salutiamo Mount Desert Island per dirigerci verso la Schoodic Peninsula con la 195 che prendiamo dalla route 1. Arriviamo fino al Prospect Harbor Light che, pur non essendo accessibile, è ben visibile dalla strada che termina alla base della Guardia Costiera. Le zanzare ci attaccano a frotte, impavidi scattiamo foto e filmiamo il panorama schivando a zig zag le nuvole di incursori. Torniamo indietro ed imbocchiamo la 186 che lasciamo per entrare nella parte di Acadia Park che include lo Schoodic Point. Dalla punta è visibile il Winter Harbor Light situato su un isolotto al centro del canale, il tramonto colora di rosso il mare ed il cielo, i tramonti nel Maine sono da applauso. Completiamo il giro della punta con la strada panoramica a senso unico per poi tornare verso la route 1. Adesso cerchiamo un locale per gustare ancora l’aragosta. Da quando siamo in Maine abbiamo fatto la cura a base di aragoste, soprattutto con veloci Lobster Roll a pranzo. Vogliamo chiudere in bellezza l’ultima serata nel Maine e ci riusciamo. Ad Hancock troviamo Ruth and Wimpy’s Kitchen proprio sulla route 1. Spendiamo 143 $, 168 con la gratuity, per 3 aragoste, 1 filetto, 3 garlic bread, 1 quesadilla, 1 pizza ai gamberi, 2 mozzarella stick, 1 clam chowder, 2 onion chouwder ed 1 blue berry pie. Il tutto con pepsi a volontà grazie al refil, ovvero al fatto che si paga solo la prima soda e tutte le successive sono gratis (questa è una regola in vigore in tutti gli USA tranne che a New York).

Qui è disponibile la puntata precedente, mentre qui puoi consultare il programma del viaggio.

One thought on “Le bellezze dell’Acadia National Park

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *