New Hampshire, dalla Kancamagus alla storia di Ruth

Sono all’Holiday Inn di North Conway, appena sveglio scosto la tendina della finestra per scrutare il tempo, oggi vorrei inserire la visita del Cathedral Ledge, una ripida parete rocciosa dalla cui sommità si gode di una magnifica vista sulle White Mountains. Piove e c’è una fitta nebbia che nasconde anche i monti vicini, cambio di programma: shopping fino alle 11:00 e poi partenza sulla Kancamagus Highway panoramica.

Al negozio Timberland incontriamo Elena, Giuseppe e Tiziano da vicino Verona. Già hanno visitato il Vermont e si apprestano a passare nel Maine. Tiziano ha il ristorante “Le 4 ciacole” di Roverchiara, passerò a trovarlo se mi troverò dalle sue parti. Sia loro che noi siamo entusiasmati dai prezzi degli outlet americani, compro 2 camicie invernali Timberland a saldo per 7,99 $ cadauna.

Alle 11:00 partiamo, il tempo sta migliorando. La prima tappa è all’Albany Covered Bridge, un grazioso ponte del 1858. Il parco è gratuito, bisogna però acquistare un pass giornaliero per poter parcheggiare lungo il tragitto nelle aree predisposte. Nell’area di sosta vige l’autofee, cioè si prende una delle buste gialle a disposizione, si stacca il pass giornaliero, si segna il giorno, si pone sul parabrezza, si mettono 3 $ nella busta e si imbuca nell’apposito contenitore. Tutto basato sulla fiducia.

Ci fermiamo alle Lower Falls e poi al Rocky Gorge. Più avanti visitiamo la Russell-Colbath Homestead, arredata con il mobilio di fine ottocento. Qui apprendiamo la storia di Ruth.

Nel 1887 Ruth Priscilla Russell ricevette in dono la casa dalla madre per abitarvi con il marito Thomas Alden Colbath. Nel 1891 il marito disse a Ruth: “Esco per un pò” e sparì. Sin dalla prima sera la povera donna accese una lanterna dietro la finestra per guidare il marito sulla via di casa e così fece tutte le sere per 39 anni quando morì nel 1930 all’età di 81 anni. Tre anni dopo la sua morte tornò il marito, dopo 42 anni di assenza. Egli non spiegò mai perchè se ne andò e cosa fece, diede solo intendere che era stato in California, a Cuba ed a Panama. Questa è triste storia di Ruth, sola nella foresta a mandare avanti la fattoria con il vicino più prossimo a 2 miglia di distanza.

Visitiamo, al termine di un breve sentiero, le Sabbaday Falls. Ci attardiamo ad ammirare le “scenic vista” lungo la strada. Scavalliamo il Kamcamagus Pass e scendiamo verso Lincoln dove pranziamo.

Poco lontano visitiamo il Flume Gorge. Il flume è un fiume che scorre in una stretta gola, il Flume Gorge è altamente spettacolare. Lungo il sentiero di 2 miglia vediamo anche il Flume Gorge Covered Bridge del 1886, la table rock, le Avalanche Falls, il Liberty Gorge e il Sentinel Pine Covered Bridge. La visita prende oltre un’ora, si pagano 12 $ a persona per entrare ma ne vale la pena.

Riprendiamo l’auto per fermarci poco più avanti a “The Basin”, un vasca glaciale di forma circolare che imprime un movimento rotatorio all’acqua del fiume Pemigewassett che arriva da una piccola cascata.

Pochi chilometri in direzione di Franconia, nuova sosta per l’ “Old Man of the Mountain”, il simbolo del New Hampshire. Purtroppo nel 2003 il profilo roccioso in equilibrio precario da millenni è franato lasciato lo stato senza il suo amato simbolo. Ne rimane un moncherino della fronte, grazie ai cartelli è possibile vedere le foto di com’era.

Arriviamo a Franconia e facciamo il check in al Best Western, molto bello. Ceniamo da Applebies a Littleton dove fotografiamo in notturna il bel ponte coperto del 2004 ubicato dentro la città.

Qui è disponibile la puntata precedente, mentre qui puoi consultare il programma del viaggio

3 thoughts on “New Hampshire, dalla Kancamagus alla storia di Ruth

  1. Yanez, non la perdi mai l’occasione di dimostrare la tua vera natura di romantico sognatore…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *