In crociera con la MSC Lirica a Brema

Prosegue il diario di viaggio del giro d’Olanda con crociera in Germania, Norvegia e Inghilterra. Cronaca del 4 e 5 luglio.

Il taxi (25 €) impiega una ventina di minuti per trasportare noi, i nostri tre zaini e le tre valigie dal Blue Square Hotel al PTA, Passenger Terminal Amsterdam, punto di partenza della crociera. Consegniamo le valigie e saliamo nella sala d’aspetto. MSC ha organizzato un piccolo rinfresco per ingannare l’attesa. Dai camerieri è possibile acquistare i blocchetti di buoni scontati per i vini. Quelli per l’acqua e le altre bevande sono disponibili sulla nave.

Alle 12:30 vengono chiamati coloro, come noi, che hanno fatto il web check in. In meno di 10 minuti siamo sulla nave. Alle 18:00 la nave parte e percorre i 24 km di ampio canale che separa il PTA dal Mare del Nord con tanto di chiusa a Ijsmuiden, una delle più grandi del mondo.

L’itinerario della crociera, da compiersi in 12 giorni è: Amsterdam, Bremerhaven (Brema), Alesund. Honnisvag (Capo Nord), Tromso, Bergen, Dover, Amsterdam.

Della vita di bordo parlerò in un altro post, adesso arriviamo al 5 luglio, cioè al secondo giorno di crociera. Dato che Brema dista circa 65 km da Bremerhaven scegliamo di prendere con MSC l’escursione “Brema in libertà”, che consiste nel passaggio in pulman (35 € a persona) dalla nave a Brema e ritorno. Partiamo intorno alle 10:20 e dopo circa un’ora veniamo depositati al centro di Brema, a Markplatz. Sulla piazza si affaccia il bel municipio, Rathaus, costruito tra il 1405 e il 1410 e con la facciata aggiunta nel XVII° secolo. Di fronte ad esso è posta la statua del Roland, alta 5 metri e mezzo. Il Roland, che è del 1404, è simbolo dei diritti di commercio e d’indipendenza dalla chiesa. Questo Roland è il più famoso dei 26 presenti in Germania.

Di lato alla Rathaus troviamo una statua in bronzo del 1951 dei musicanti di Brema, i personaggi della famosa favola dei fratelli Grimm. Immagini dei musicanti sono un po’ in tutta la città: sulle magliette, sulle borse, sui fregi delle case. Dietro alla Cattedrale assistiamo ad uno spettacolo misto di pupazzi e personaggi umani incentrato sulla favola. La cattedrale gotica di St. Petri Dom è del 1300, purtroppo è in restauro e non possiamo visitarla.

Da Marktplatz, nei pressi della quale è ubicato anche un ufficio del turismo, imbocchiamo l’artistica Bocttherstrasse, pedonale, tutta in mattoncini, adornata di statue in bronzo e di una bella fontana.

Scendiamo sulla Weser Promenade e passeggiamo lungo il fiume compiendo un ampio giro che ci riporta in centro davanti al palazzo semicircolare della Borsa, nei pressi della Cattedrale. Da qui, dopo una veloce visita ai bagni di McDonald, percorriamo un tratto della Balgerbruckstrasse per poi girare a sinistra e scendere a visitare la Propstei St. Johann.

Da qui ci inoltriamo nel quartiere Schnoor, fatto di case del 15° e 16° secolo. Piccolo ma suggestivo con molte occasioni da foto. Torniamo alla Marktplatz e ci concediamo dei momenti di relax da Starbucks. Oggi è domenica, peccato. Il giovedì e il venerdì, con partenza dalla piazza alle 14:30, è possibile partecipare (15 € a persona) a un tour di tre ore alla fabbrica della Mercedes situata nei paraggi. Alle 15:30 ripartiamo con il pullman con destinazione Bremerhaven. L’alternativa a Brema era appunto la visita del suo porto, Bremerhaven, che però ha come unica attrattiva uno zoo con un orso bianco.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *